August 4, 2011

Casamatta, Suzzara

Casamatta
47ª Edizione Premio Suzzara

Umberto Cavenago e Giancarlo Norese, Mme Duplok, Giovanni Morbin, Andrea Nacciarriti.
A cura di Emma Zanella e Alessandro Castiglioni

dal 18 settembre al 23 ottobre 2011

La 47ª edizione del Premio Suzzara è un avamposto, un laboratorio aperto che ridefinisce la struttura stessa dello storico premio suzzarese. Come la Casamatta, un edificio che appare come un’abitazione ma ha ben altra funzione, così il Premio diventa un dispositivo nuovo, agito nella città, negli spazi pubblici di Suzzara con l’intento di generare una nuova relazione tra premio, museo e territorio. Una relazione fatta di attenzione, arricchimento reciproco e che vede nell’esperienza dell’arte un momento di riflessione e azione sul presente.
Da domenica 18 settembre a domenica 23 ottobre il Premio si svilupperà in diverse sedi della città e avrà come centro il museo che per l’occasione sarà trasformato in una sorta di laboratorio dove poter prendere parte ai processi messi in campo dagli artisti e osservare lo sviluppo delle diverse opere.

Gli artisti selezionati, vincitori del Premio, sono Umberto Cavenago e Giancarlo Norese, Mme Duplok, Giovanni Morbin e Andrea Nacciarriti, ai quali è stato chiesto un intervento artistico che si sviluppi in una dimensione relazionale e pubblica da inserire in alcuni punti critici, sia sotto il profilo culturale, che sotto il profilo urbanistico, del territorio di riferimento.
In museo inoltre, in parallelo ad un riallestimento della collezione storica, sarà possibile visitare un percorso che approfondisce la ricerca di ciascun artista invitato.

In merito al progetto i curatori Emma Zanella e Alessandro Castiglioni scrivono “La premessa a questa edizione del premio Suzzara è quella di riconsiderare e ridefinire l’identità del premio stesso e le sue le relazioni, sociali e culturali, con città e museo.
Questo processo di rinnovamento affonda le proprie radici su un principio di continuità con la tradizione e gli obiettivi originari che hanno portato alla nascita del premio. Questi possono essere sintetizzati in una forte relazione con il territorio, il tessuto cittadino e sociale, l’impegno verso una cultura civica attenta e attiva.
Gli artisti invitati sono stati dunque stati scelti in relazione alla capacità di progettare dispositivi, sistemi relazionali che attivino un differente dialogo tra i luoghi della quotidianità suzzarese e la più profonda identità degli stessi. In questa prospettiva l’opera d’arte diventa uno strumento di riflessione e consapevolezza sul presente, non uno statico oggetto estetico, bensì un insieme di azioni, pratiche, discussioni costruite attorno all’ipotesi di una possibile interpretazione del reale”.

L’edizione verrà inaugurata domenica 18 settembre e rimarrà visibile al pubblico sino al 23 ottobre 2011. Eventi collaterali animeranno e arricchiranno tutto il periodo espositivo.

Galleria del Premio Suzzara
Suzzara (Mantova), via Don Bosco 2a
www.premiosuzzara.it

info: Metamusa, info(at)metamusa(dot)it