May 22, 2010

Altre pagine d'artista. 1960–2010

Altre pagine d’artista. 1960–2010
27 maggio e 9 giugno 2010. Centro Artistico Alik Cavaliere, Milano

Con “Altre pagine d’artista. 1960–2010” si propone una riflessione sull’idea di libro a partire dal periodo, radicale nella sua portata teorica, dell’arte concettuale, fino agli esiti attuali di una così duratura tendenza. Il progetto è suddiviso in due parti:
il 27 maggio un appuntamento di carattere storico, Libri d’artista dall’officina d’arte grafica Lucini, in cui il Centro Artistico Alik Cavaliere invita Giorgio Lucini, attuale direttore della storica officina d’arte grafica, ad esporre e presentare alcuni tra i più preziosi esemplari di editoria applicata al libro d’artista degli anni settanta: libri e multipli di Bruno Munari, autore particolarmente rappresentato dalla Lucini, Vincenzo Agnetti, Kengiro Azuma, Emilio Isgrò, Vincenzo Ferrari, Mauro Reggiani, che testimoniano lo stretto legame tra editoria e progetto artistico.
Il 9 giugno un appuntamento di carattere squisitamente espositivo, Nella deriva di tutte le incertezze, che amplia i presupposti sulla portata intellettuale del “sistema” libro, conducendoli fino agli esiti del panorama attuale.
Prendendo spunto dalle parole di Alfredo Giuliani per la prefazione de I Novissimi (Einaudi, 1965), libro-manifesto della neoavanguardia letteraria italiana, Nella deriva di tutte le incertezze è una mostra dedicata alla riflessione e al dialogo che, nella stretta contemporaneità, intercorrono tra l’utilizzo della parola e della narrazione, l’archetipo del libro e le arti visive.
Allontanandosi dall’idea troppo formalizzata del libro d’artista, il progetto intende costruire un percorso critico attraverso l’opera di 15 artisti, capace di documentare un’idea di libro, di pagina e di frammento, inseriti all’interno di una precisa poetica che considera questi elementi come complessi sistemi di relazione e comunicazione. Lo scorrere ritmico delle pagine, la costante parcellizzazione del contenuto, la memoria da conservare per una comprensione attiva del testo, ma anche la struttura circolare senza soluzione di continuità; sono tutti elementi amplificati o messi in crisi dalle ricerche individuali dei singoli artisti invitati. Nella visione presente in ciascuna ricerca artistica, infatti, racconto, tempo e immagine non si connotano come vocaboli di un linguaggio univoco, bensì come tremuli ricordi sul filo dell’esperienza individuale o della riflessione sull’oggetto libro, e, in definitiva, sull’arte. Per questo motivo i libri e le pagine esposti saranno associati ad altri lavori che contestualizzano e ampliano la riflessione relativa alla ricerca di ogni singolo artista.
Accompagna la mostra la pubblicazione di un piccolo volume, non un catalogo, ma un progetto parallelo realizzato in collaborazione con gli artisti presenti in mostra, edito dalla Sputnik Editions, emergente casa editrice d’arte di Bratislava, che presenta per la prima volta a Milano un progetto così articolato.

Con opere di Alik Cavaliere, Vincenzo Ferrari, Giorgio Lucini, Emanuele Becheri, Sergio Breviario, Chiara Camoni, Giovanni Ferrario, Lucia Leuci, Michele Lombardelli, Amedeo Martegani, Giancarlo Norese, Luigi Presicce, Lidia Sanvito, Luca Scarabelli, Alessandra Spranzi, Terzaghi & Zürcher.

Centro Artistico Alik Cavaliere
via De Amicis 17 Milano
www.cavaliere.it, +39 02 48954991

27 maggio 2010, ore 18.30: Libri d’artista dall’officina d’arte grafica Lucini
A cura di Lorena Giuranna e Vincenzo Ferrari

9 giugno 2010, ore 18.30: Nella deriva di tutte le incertezze
A cura di Lorena Giuranna e Alessandro Castiglioni